Elisir di vita sana

Infuso di foglie di olivo: proprietà e benefici

Quali sono le proprietà e i benefici dell’infuso di foglie di olivo? Una caratterista intrinseca delle molecole contenute nelle foglie di olivo è la loro funzione antiossidante (le specie chimiche ossidanti sono ritenute responsabili di oltre 100 patologie umane). Inoltre è risaputo e accertato che l’infuso di foglie di olivo è in grado di abbassare i livelli di glicemia (diabete), di colesterolo cattivo e di pressione arteriosa.

Un altro beneficio dell’infuso di foglie di olivo risiede nella sua capacità di spazzare via i radicali liberi, entità molecolari che, se non tenute sotto controllo, possono creare diverse problematiche al nostro organismo. Notevoli sono anche le sue proprietà antimicrobiche e antinfiammatorie. L’infuso di foglie di olivo si dimostra valido per contrastare patologie come il reflusso gastroesofageo, l’esofagite e la sindrome metabolica.

L’Oleuropeina permette di combattere l’osteoporosi in quanto ha la capacità di stimolare la produzione delle cellule ossee (osteoblasti), impedendo così la perdita di densità ossea. L’azione dei polifenoli contenuti nell’infuso di foglie di olivo contribuisce a contrastare il proliferare di lieviti, funghi e batteri dannosi presenti nel nostro corpo, permettendo in alcuni casi di liberarsi di dolori muscolo-articolari provocati da questi parassiti.

Diverse ricerche condotti sulla molecola Oleuropeina hanno evidenziato che i principi attivi presenti nell’infuso di foglie di olivo possono inibire la proliferazione delle cellule tumorali, nei casi di cancro al seno in pazienti di sesso femminile, e delle cellule di melanoma in esperimenti effettuati sui topi. In entrambe le situazioni, il fitochimico presente ha inibito lo sviluppo delle cellule tumorali e in alcuni casi, le ha addirittura distrutte.

Dopo alcuni giorni di assunzione dell’infuso di foglie di olivo potreste riscontrare dei dolorini muscolari e articolari. Questo perché l’infuso elimina un gran numero di germi che girano indisturbati nel nostro corpo. Alla loro morte questi germi rilasciano tossine che vengono assorbite dalle membrane tissutali, provocando i sintomi sopraccitati. Tali sintomi indicano la corretta funzionalità del prodotto e che nel nostro organismo sta avvenendo una purificazione. Questo processo venne scoperto più di cent’anni fa dai dermatologi tedeschi Adolf Jarisch e Karl Herxheimer. In seguito è divenuto noto come Reazione di Jarisch-Herxheimer. I sintomi spariscono dopo pochissimo tempo.

Essendo un prodotto naturale al 100%, l’infuso è del tutto atossico. Non ha nessuna controindicazione o effetto collaterale. Inoltre è certificato Vegan OK.

Abbiamo parlato dei benefici e delle proprietà dell’infuso di foglie di olivo. Ma quali studi sono stati condotti

a riguardo? Sono stati effettuati dei test che comprovano l’efficacia dei fitochimici contenuti nelle foglie di olivo?

Infuso di foglie di olivo: studi, ricerche e test

Interessante notare che sui benefici dell’infuso di foglie di olivo sono stati condotti oltre 18000 studi da medici, scienziati, professori e ricercatori in varie parti del mondo.

Tra questi possiamo citare il dott. Fabio Firenzuoli, medico chirurgo esperto in fitoterapia e fitovigilanza. Il direttore del Centro di Medicina Integrativa AOU Careggi – Università di Firenze, in un intervista rilasciata dal programma di RAI 1 “Uno Mattina”, spiega che ricerche effettuate sulle foglie dell’olivo hanno dimostrato che sono utili nell’abbassare la pressione arteriosa, migliorano l’efficacia della nostra insulina, permettono di combattere l’obesità e la sindrome metabolica e permettono di combattere i trigliceridi.

Oppure il dott. Ciro Vestita, esperto nutrizionista e fitoterapeuta dell’Università di Pisa. Il dott. Ciro Vestita, in un’intervista rilasciata alla rete televisiva nazionale Italia7, decanta i molteplici effetti positivi dell’infuso di foglie di olivo, nella fattispecie spiega come le foglie dell’olivo permettono di abbassare i livelli di pressione arteriosa e di colesterolo, di scongiurare febbre e mal di testa, di combattere la stipsi, le malattie del fegato e le infiammazioni del colon e di fungere da antitumorali, specie per quanto riguarda le patologie del seno.

Numerose ricerche dimostrano l’attività benefica dei polifenoli contenuti nell’olivo sulle patologie coronariche e su quelle neoplastiche. Studi condotti in Italia dal prof. Galli (Università di Milano) e dal prof. Montedoro (Università di Perugia) hanno messo in evidenza, sia in vitro che in vivo, diversi effetti benefici di queste sostanze naturali presenti nelle olive. Specifici studi di settore condotti dall’Università degli studi di Trieste nel dipartimento di Farmacia confermano i benefici dei fitochimici contenuti nelle foglie di olivo.

La rivista scientifica Phytotherapy Research mostra come dalle foglie della pianta di olivo si può ottenere un estratto che ridurrebbe in maniera significativa il colesterolo LDL e la pressione arteriosa

 

Infuso di foglie di olivo: test sulla sindrome metabolica

 

La rivista American Journal of Nutrition ha pubblicato un articolo su uno studio eseguito su modello animale condotto sulle foglie di olivo, in particolare sull’effetto che queste hanno sulla sindrome metabolica. Oggetto del test sono stati i topi, che per 8 settimane sono stati sottoposti ad una dieta ricca di grassi.

Al termine del periodo di dieta, tutti i topi avevano sviluppato la sindrome metabolica (una situazione clinica definita ad alto rischio cardiovascolare che comprende altre patologie come obesità, diabete, ipercolesterolemia etc).

Gli animali sono poi stati suddivisi in due gruppi: il gruppo di controllo e un secondo gruppo a cui è stato somministrato l’estratto di foglie d’ulivo per altre 8 settimane. Finito il periodo di trattamento, i topi ai quali è stato somministrato l’infuso di foglie di olivo hanno mostrato un evidente diminuzione dei sintomi tipici della sindrome metabolica, nonché un significativo miglioramento a livello cardiovascolare e del fegato e perdita di peso rispetto all’altro gruppo di topi (gruppo di controllo).

Lindsay Brown dell’University of Southern Queensland (Australia) afferma che l’estratto di foglie d’ulivo ha portato alla perdita di peso anche grazie alle sue virtù antinfiammatorie (il rapporto antiinfiammatori/perdita di peso è oggetto di numerosi studi in tutto il mondo).

Per maggiori informazioni clicca qui      utilizza il codice 039000037500

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...